CORSI CAD

CORSI CAD A MILANO E LOMBARDIA – AutoCAD, MAP, Inventor, Fusion 360, Revit,3ds Max, Alias, Maya, RasterDesign: corsi e formazione per i professionisti

Articoli per la categoria ‘Software’

Trasformare un’immagine in DWG

Scritto da matteo.trasi On Ottobre - 29 - 2012
wintopo website - per convetire raster in autoCAD

Wintopo ha una versione gratuita ma attenzione a non installare lo spam degli sponsor insieme a wintopo.

Molti ci chiedono come fare per convertire un’immagine raster in un DWG. In realtà questa operazione, in modo del tutto automatico, non è generalmente realizzabile, se non in alcuni casi e in modo approssimativo. Infatti esistono alcuni programmi, anche gratuiti, come wintopo, che convertono le immagini raster in formati vettoriali, come il DXF, importabili direttamente in AutoCAD, ma la precisione in genere lascia a desiderare. Anche programmi a pagamento e di qualità, come AutoCAD Raster Design non possono fare miracoli.

La scelta di AutoCAD Raster Design è offrire strumenti di vettorizzazione guidata dall’utente (quindi per esempio aiutando l’inseguimento dei contorni con dei clic, mentre wintopo agisce in automatico su tutto il disegno, senza permettere di scegliere nei casi dubbi), ma la sua forza è un’altra e si scatena sui raster monocromatici: l’idea è mantenere il più possibile il raster per quello che è ma sfruttare al meglio gli oggetti raster, pur con la loro imprecisione, trattandoli il più vicino possibile a degli elementi vettoriali.

Corso di raster design a Milano per AutoCAD

Raster design si installa su AutoCAD e lo completa

 In pratica Raster Design offre comandi per cliccare una linea raster e poi utilizzare su di essa la modifica tramite grip, offset, taglia, estendi e così via, o semplicemente premere CANC per cancellarla. Raster design chiama la linea raster (ma esistono anche archi, cerchi e altre entità ) “Raster entity” e queste procedure “Raster Entity Manipulation” o REM.

Perchè non scaricare la versione di prova di AutoCAD e installarci sopra la versione di prova di Raster Design? Se no venite a un nostro corso di Raster Design: in una giornata imparerete come sfruttare al meglio questo sofisticato software Autodesk.

Vi ricordiamo che Raster Design è compatibile con tutti i software “verticali” basati su AutoCAD: Architecture, MAP, Mechanical, MEP, Electrical e così via, ma non è installabile su AutoCAD LT.

Inoltre è necessario disporre della stessa versione di AutoCAD e di Raster Design: per esempio Raster Design 2013 si installa solo su prodotti della serie 2013 di AutoCAD (quindi non possibile installarlo su AutoCAD 2012 o 2014).

AutoCAD 2013 e Windows 8

Scritto da matteo.trasi On Ottobre - 29 - 2012

NOTA: nuovi aggiornamenti potrebbero aver risolto alcuni problemi indicati in questa pagina. Vedi il post

Finalmente è uscito Windows 8.

Logo Windows 8 - per AutoCAD 2013 non ancora consigliato

Windows 8 per ora non è compatibile con AutoCAD

Cominciamo subito con il dire che AutoCAD non è attualmente compatibile con Windows 8. Già qualche tempo addietro, con la release preview molti hanno provato, e sono riusciti, a installare AutoCAD 2013 in Windows 8. Peccato però che poi sia inutilizzabile per i continui crash. Un esempio? Ecco cosa succede a un utente nel giro di qualche ora, e usandolo probabilmente poco (se no i crash sono continui).

Errore durante l'uso di AutoCAD, anche se si installa

Anche se AutoCAD si installa, non è poi utilizzabile per lavorare

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 3132ad66h
04/06/2012 at 20:57:49.112 Drawing:
————-

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 31f1ad66h
04/06/2012 at 21:04:13.499 Drawing:
————-

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 67cbad66h
04/06/2012 at 21:16:09.568 Drawing:
————-

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 65cead66h
04/06/2012 at 21:48:04.992 Drawing:
————-

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 6907ad66h
04/07/2012 at 02:39:49.247 Drawing: Drawing1.dwg
————-

FATAL ERROR: Unhandled Access Violation Reading 0x0000 Exception at 6907ad66h
04/07/2012 at 02:48:33.277 Drawing: Drawing1.dwg
————-

Per questa impressionante serie di problemi vedi i commenti del blog worldcadaccess su AutoCAD 2013 e windows 8.

Insomma, prima di prendere un PC nuovo con Windows 8 pensateci bene se dovete usare AutoCAD, perchè attualmente non è possibile. Pittosto comprate un pc con il “vecchio” Windows 7: avrete diritto comunque all’aggiornamento a prezzi scontati, ma almeno potete lavorare subito. E poi bisogna valutare se Windows 8 porti altri vantaggi che bilancino il fatto di non poter per ora usare AutoCAD. E allora bisogna dire che a prima vista Windows 8 non sembra introdurre novità rivoluzionarie a parte la velocità di accensione e la nuova interfaccia a tasselli, questa sì rivoluzionaria per Windows, che ricalca l’interfacccia dei cellulari: senza desktop (che però si può far comparire con un apposito comando) e senza più il pulsante start (nemmeno nell’interfaccia desktop).

La nuova interfaccia è proprio decisamente sfortunata: dapprima chiamata Metro e poi Modern UI per assurdi motivi di violazione di copyright (un’azienda che si chiama Metro AG ha fatto causa e per pronunciare questa parola d’ora in poi forse dovremo chiedere il loro permesso o pagare un diritto…), non convince per ora gli utenti, ma magari è solo questione di abitudini. Resta il fatto che la nuova interfaccia sembra del tutto inadatta a chi con il computer deve lavorare: metterà in seria difficoltà chi prima era abituato, per esempio, a aprire più programmi in contemporanea (la posta, il browser, un foglio elettronico e magari AutoCAD o la contabilità). Trasformare il PC in una brutta copia dell’iphone non sembra un’idea geniale…

Wikipedia riporta anche altri problemi per Windows 8: a parte la rimozione del menu start, non sarà più possibile vedere i DVD con i programmi Windows Media Player e Windows Media Center, sempre per motivi di diritti e brevetti, e solo pagando programmi aggiuntivi sembra che sarà eventualmente possibile vedere di nuovo i film in questo formato.

Speriamo comunque che Autodesk nei suoi laboratori lavori a tempo pieno per risolvere tutte queste gravi incompatibilità e portarsi al passo con Microsoft.

AutoCAD: alternative gratuite per il 2D

Scritto da matteo.trasi On Ottobre - 24 - 2012
corso autocad: le alternative per un CAD "tecnigrafo"

AutoCAD è fantastico per i disegni 2D

A nostro parere per molti versi AutoCAD è impareggiabile per alcuni suoi utilizzi tipici. Chi disegna tavole in 2D e ha sostanzialmente bisogno di un “tecnigrafo elettronico” non troverà secondo noi un software migliore. Anche dal punto di vista dell’elaborazione dei progetti 2D, AutoCAD ha imposto uno standard di qualità degli strumenti software molto alto, basti pensare a funzionalità come l’estrazione dati, l’inserimento di annotazioni (testi e quote annotative, per esempio), la selezione intelligente (filtri e selezione rapida), il collegamento di riferimenti esterni e pdf, la stampa con layout e finestre mobili con layer differenziati per colore e visibilità, la conversione layer e molte altre caratteristiche più o meno avanzate,.

Lo stesso non può dirsi se l’utilizzo richiesto fosse diverso dalla vocazione principale di AutoCAD. Ben lo sanno quelli che lavorano con 3D parametrici o software specifici per la meccanica, l’architettura e il P&ID “intelligente” (per ricavare tavole ad esempio tavole con correlazione di linee).

Altri CAD possono essere utilizzati quasi senza bisogno di ulteriori corsi da chi ha seguito il corso autocad base

Una caratteristica importante è la compatibilità con i DWG o almeno i DXF

Spesso rinunciare alla “flessibilità” del disegno tramite linee manuali, che permettono qualunque rappresentazione arbitraria, e puntare invece su software specifici e di settore, ha come vantaggio la possibilità di sfruttare automatismi che AutoCAD si sogna. Del resto il fatto di non essere specifico di un settore è anche il punto di forza di AutoCAD che ha imposto anche per questo il DWG come standard interdisciplinare per il CAD.

Detto questo, vediamo alcuni software gratuiti che possono sostituire AutoCAD per disegnare in modo produttivo nel 2D. L’elenco che segue ovviamente è stato stilato a nostro opinabile giudizio, dato che ci sono centinaia di software di questo tipo. Inoltre l’elenco è stato redatto a ottobre, e le licenze o le caratteristiche dei software indicati potrebbero cambiare… Comunque basandoci sulle nostre prove consigliamo certamente di sperimentare:

 

CAD 2D Gratuiti
nome link note
NanoCAD http://nanocad.com/ Legge/scrive i dwg. I comandi sono molto simili a quelli di AutoCAD (chi segue un nostro corso base di AutoCAD è in grado sicuramente di lavorarci).Eccezionale.Dalla Russia, un CAD eccezionale per il 2D, per compatibilità con AutoCAD e anche a livello di comandi. La licenza è gratis e dura un anno, ma è rinnovabile sempre gratis. Dalla russia un software con grandi potenzialità perchè oltre alle funzioni base ha la possibilità di essere programmato con Visual Basic perchè espone gli oggetti ActiveX all’esterno e legge script vbs al suo interno.
Draftsight http://www.3ds.com/it/products/draftsight/free-cad-software/ Legge/scrive i dwg. I comandi sono molto simili a quelli di AutoCAD (chi segue un nostro corso è in grado di lavorarci pur se con qualche aggiustamento).Eccezionale.Dassault systems è un concorrente di Autodesk (distribuisce i famosi software cad 3D SolidWorks e Catia). Forse per questo offre gratuitamente un prodotto di elevata qualità per il disegno 2D
AutoCAD WS
http://www.autocadws.com Apre/scrive DWG e non richiede installazione perchè è una pagina web (esiste anche l’APP per Apple e per Android). Si integra con AutoCAD 2012 e 2013 e versioni precedenti tramite plugin (posso salvare da AutoCAD su Autodesk 360 “in the cloud” e lavorare direttamente in AutoCAD WS)Eccezionale anche se l’interfaccia web lo limita un pocoGratuito anche per chi non ha AutoCAD, elabora i DWF, li trasforma in PDF, permette di condividerli on the cloud, insomma, un sogno. Oltretutto prende da AutoCAD la logica dei comandi (offset/tagli/estendi/copia, blocchi, layout, layer, ecc. ecc.) e il loro aspetto. Chi ha seguito un corso AutoCAD base troverà certo qualche limite e differenza, ma può essere subito operativo con AutoCAD WS.
A9CAD http://www.a9tech.com/non sembra più attivo, ma si può scaricare da chip

http://download.chip.eu/it/A9CAD_1781041.html

Apre/scrive DWG ma solo vecchi formati. Identico a un AutoCAD minimalista (poche funzioni) come strumenti di disegno. Se hai seguito un corso AutoCAD Base sai già usarlo, anche se ti mancheranno molte funzionalità di AutoCAD.Molto carino e leggeroAnni addietro sembrava fantastico. Praticamente è una specie di AutoCAD 14, se vogliamo fare un paragoine. Peccato che poi non abbia avuto evoluzioni. La ditta che lo distribuiva, A9 tech inc., sembra sparita. Utile per chi parte da zero e deve produrre DWG, ma non necessita di aprire file DWG con formato delle ultime relese
DWG TrueView http://www.autodesk.com/dwgtrueview Visualizza soltanto e stampa i dwg. Interfaccia simile a AutoCAD ma con poche funzioni perchè non salva e non modifica i dwgUtilissimo ma non è un CAD (visualizza/stampa/misura)Autodesk stessa offre questo visualizzatore molto utile per chi deve solo creare pdf, prendere misure (strumento righello identico a quello di AutoCAD), stampare e visualizzare i dwg. Inotre permette di convertire dalla 2013 alle versioni precedenti interi pacchetti di dwg (include quindi il vecchio software  DWG TrueConvert)
Archimedes http://sourceforge.net/projects/arquimedes/http://archimedes.codeplex.com/ non legge/non scrive i dwg e ha un’interfaccia non del tutto simile ad AutoCADInteressante ma non legge i dwgCAD abbastanza completo per imparare, infatti è stato utilizzato in molte scuole anche perchè è opensource e gratuito. Il fatto che non sia un “clone” di AutoCAD e che non legga i DWG è un punto d’orgoglio ma è anche la sua debolezza perchè purtroppo non permette di imparare e utilizzare lo standard “de facto” di AutoCAD e dei DWG, adottati così ampiamente nel mondo del lavoro
Dublecad XT http://www.doublecad.com/DoubleCAD/DoubleCADXTv3/tabid/1100/Default.aspx Legge/scrive DWG (almeno vecchie versioni) e ha un’interfaccia non troppo simile ad AutoCADCarino e abbastanza fruibileEditor non identico a AutoCAd ma fruibile e anzi con alcune buone idee. Licenza normale (v3) gratuita, licenza pro a pagamento (30 giorni di prova)
MEDUSA4 Personal  http://www.cad-schroer.it/Software/MEDUSA4/CADFreeware/ Gratuito solo per uso non commerciale. Per uso personale non salva i DWG.LimitatoInterfaccia e comandi non troppo simili ad AutoCAD, lo abbiamo incluso solo perchè sembra interessante, anche se le limitazioni della versione non commerciale portano a un giudizio abbastanza negativo
Librecad http://librecad.org/cms/home.html  Legge/Scrive DXF 2007Limitato per oraLimitato (per esempio non ha i layout) ma utile per qualche piccolo schizzo. Certo non assomiglia troppo ad AutoCAD, ma gli sviluppatori ci stanno lavorando e con il passar del tempo le versioni nuove sono sempre più fruibili. Per ora chi ha seguito un nostro corso di AutoCAD, viste le differenze, si troverà un pochino a disagio nell’usare questo software
QCAD Community edition http://sourceforge.net/projects/qcadbin-win/ Semplice programmino un po limitato: legge/scrive i dxf ma non i dwgLimitatoLa Ribbonsoft ha fatto una versione commerciale di QCAD (costa circa 50 euro, ma non è molto meglio di quella free). Per questo motivo probabilmente ormai da anni la versione free non viene aggironata. Presenta alcune funzioni base simili ad “antichi” AutoCAD, ma chi conosce un AutoCAD, dalla 2000 in po,i non si troverà completamente a suo agio, viste le notevoli differenze nel modo di lavorare.

Naturalmente poi esistono altri CAD che non rientrano in questo elenco, principalmente perchè hanno scopi diversi. Per esempio ricordiamo SweetHome 3D e Blender, Sketchup e altri, che però hanno vocaione essenzialmente 3D, mentre qui abbiamo voluto presentare una serie di alternative a AutoCAD “tecnigrafo” per il 2D.

E non dimenticate che la versione di prova di AutoCAD (gratuita per 30 giorni) è sempre scaricabile dal sito autodesk senza impegno: www.autodesk.it/autocad-trial/trial/

Immagini vettoriali

Scritto da matteo.trasi On Giugno - 29 - 2012
i file per illustrator possono essere letti in autocad? attendiamo il vostro sondaggio

Grafica vettoriale: un nuovo sito utile anche agli appassionati di AutoCAD 2D

Un nuovo sito americano, vector.me, permette di accedere tramite un motore interno di ricerca a un gran numero di elementi vettoriali di ogni genere, per lo più in formato adobe illustrator: sagome umane, automobili, macchinari, simboli vari. I file vettoriali sono importanti elementi usati frequentemente dai designers, acnhe da chi opera con il CAD, per arricchire i propri disegni. Per esempio possiamo aggiungere in AutoCAD delle figure umane nel disegno di un alzato architettonico per render meglio l’idea delle dimensioni e arrichire graficamente il lavoro di AutoCAD. Naturalmente dovremo prima convertire i file in un formato leggibile da AutoCAD. Oppure possiamo modificare in post produzione dei render di 3ds Max o di Maya per aggiungere elementi stilizzati, come alberi e persone. Se ci serviamo di Photoshop potremo utilizzare facilmente i file con estensione ai.

Dal momento che era difficile trovare un motore di ricerca per grafica vettorialer gratuita, i tecnici di hanno deciso di crearne uno.

Ecco qui alcuni link:

Buon divertimento, quindi con Open EPS FileOpen EPS File

Revit 2012 nuove funzioni

Scritto da matteo.trasi On Marzo - 22 - 2012

Nella nostra attività di corsi spesso ci imbattiamo in soluzioni software che permettono agli utenti di lavorare meglio. Il nostro compito è insegnare a lezione come sfruttare anche le novità delle nuove versioni di Revit, AutoCAD, 3ds Max, Inventor, AutoCAD MAP e di tutti i software Autodesk.  Eccoci quindi qui a parlare delle novità introdotte in Revit 2012.

Corsi revit Milano - le novità di Revit 2012

Revit 2012 introduce nuove interessanti funzioni che influenzano la formazione e i corsi su Revit

Le novità in revit 2012

Non tutte le novità probabilmente interessano ogni utente, ma alcune possono essere davvero preziose.

Strumenti di modellazione per l’architettura in Revit 2012

I nuovi strumenti di modellazione permettono di ottenere più informazioni dai modelli di progetto. È stata potenziata la manipolazione degli oggetti, come ad esempio gli strati nei muri, per rispecchiare più fedelmente le tecniche di costruzione. Oggi con Revit 2012 si possono preparare più facilmente gli esecutivi per la costruzione, grazie a funzionalità legate alla creazione di assiemi dagli elementi del modello.

Gestione di nuvole di punti in Revit

Si possono ora integrare in Revit le scansioni laser e integrarle nel processo di creazione del Building Information Modeling (BIM). Ne traggono vantaggio, ad esempio, i progetti di ristrutturazione e riqualificazione.

Strumenti di analisi energetica in Revit

Gli strumenti di analisi energetica per la progettazione concettuale permettono di ottenere in Revit i risultati migliori in termini di progettazione sostenibile, partendo con il piede giusto sin dall’inizio del progetto. In Revit Architecture, grazie agli strumenti di analisi  si possono confrontare diverse soluzioni progettuali per confrontarne il consumo energetico. I risultati delle analisi si ottengono presentati in formato graficoin modo che ne sia facile l’interpretazione.

Miglioramenti per la condivisione dei progetti Revit e dei DWG

L’introduzione del software Revit Server e altri miglioramenti in Revit rendono oggi più agevole la collaborazione fra tecnici e la condivisione dei progetti. Le funzioni migliorate rispetto ai DWG di AutoCAD permettono ora un miglior dialogo con il CAD più diffuso nel mondo. Per esempio è ora possibile associare linee, campiture e font di Revit ai loro corrispettivi DWG.

Librerie dei materiali per il progetto e il render

È ora possibile raggruppare in librerie personalizzate i materiali. Anche i computi legati ai matriali di Revit sono stati potenziati.

Opzioni di visualizzazione

Sono ora disponibili più opzioni per la visualizzazione dei progetti. E’ possibile visualizzare i bordi nelle viste in modalità realistiche e le ombre nelle viste con modalità con colori uniformi. Inoltre, le nuove viste semitrasparenti agevolano la visualizzazione degli elementi presenti nei progetti.

Personalizzazione delle quote CAD

Nuovi miglioramenti permettono oggi di personalizzare maggiormente l’aspetto delle direttrici per i testi delle quote lontani dalle rispettive linee di quota. Adesso è possibile personalizzare le quote per soddisfare tutte le esigenze di documentazione degli utenti.

Miglioramenti alle famiglie di Revit

Ora è possibile esportare le famiglie presenti in un progetto per creare delle librerie. È anche possibile importare ed esportare tipi di famiglie dall’Editor famiglie per creare più facilmente nuovi tipi di famiglie.

Arriva AutoCAD 2013

Scritto da matteo.trasi On Marzo - 10 - 2012

Ci siamo quasi – nuovo AutoCAD in arrivo

Rumors dicono che AutoCAD 2013 è alle porte. Ecco alcune novità che dovrebbero essere incluse nel nuovo AutoCAD (la fonte è comunque “autorevole” visto che si tratta di Lynn Allen, di Autodesk)

Riga di comando di AutoCAD

Gli appassionati della riga di comando si troveranno spiazzati conle novità sull’aspetto della riga di comando di AutoCAD. Ora è possibile controllare il colore e la trasparenza delle righe “precedenti” rimangono ancorate come un palloncino all’ultima riga – quella in cui si impartiscono i comandi di AutoCAD, che per impostazione predefinita è l’unica visibile.

learn new AutoCAD 2013 - command line news

Le impostazioni della nuova riga di comando

Secondo noi la riga di comando è molto importante, e forse così la si rende meno funzionale, ma Autodesk ha scelto e come al solito dobbiamo adeguarci ai suoi capricci. Chissà se quando introducono queste novità lo chiedono a qualche utente… Sembra proprio che AUGI non serva a nulla.

Miglioramenti alle serie di AutoCAD

Dopo le novità sugli array associativi introdotte nell’AutoCAD 2012, qualche piccolo ulteriore aggiustamento delle anteprime delle serie con lo scopo di manipolarle meglio.

Tratteggi di AutoCAD (hatch)

Ora si possono selezionare più oggetti di tratteggio contemporaneamente e AutoCAD permette di modificarli insieme nella barra multifunzione (ribbon). Prima si potevano modificare uno per volta, a meno di usare la “vecchia” tavolozza delle proprietà.

Learning AutoCAD 2013 - news on hatch editing

Con il ribbon di autoCAD puoi modificare più tratteggi in contemporanea

Anteprima sul posto della modifica proprietà

Con AutoCAD 2013 si vedrà l’anteprima del cambio proprietà prima di applicarle. Speriamo che questo non renda ingestibile un programma già a volte molto lento. Si imita l’anteprima del cambio di stile nei caratteri di Word, con kla differenza che qui potremmo aver selezionato un gruppo di solidi complessi o migliaia di linee e polilinee.

Annotationi CAD associative

Direte: lo erano già Sì ma ora si associano anche alle cosiddette “Viste 2D” (le viste che si ottengono nei layout dal 3D, con gli appositi nuovi strumenti di AutoCAD – se non le avete ancora provate fatelo!

viste 2d associative - tutorial AutoCAD 3D - collegare AutoCAD a Inventor

Ora le quote si associano alle Viste 2D di AutoCAD create in automatico.

Sono davvero potenti e c’erano già in AutoCAD 2012.

Testo barrato nelle annotazioni di AutoCAD

Chi l’avrebbe detto? Da tempo gli utenti lo chiedevano e finalmente eccolo. Non sarà una novità spaventosa di AutoCAD ma per alcuni disegnatori è importante.

Porta avanti multidirettrici

Come per i testi davanti, le quote davanti e i tratteggi dietro, anche questa novità di AutoCAD 2013 riguarda l’ordine di vidsualizzazione degli oggetti e ci permette di evitare la selezione a uno a uno o tramite la selezione rapida per attuare un’operazione di uso comune.

Bordo entità coprenti di AutoCAD

Ora si può decidere con un’impotsazione, WIPEOUTFRAME, se si vede, non si vede, si vede ma non si stampa, proprio come per gli altri riquadri (FRAME) delle immagini, dei raster e dei vari sottoposti e riferimenti esterni.

  • Wipeoutframe = 0, non si vede
  • Wipeoutframe = 1, si vede e si stampa
  • Wipeoutframe = 2, si vede ma non viene stampato

Autodesk Revit e le nuove suite

Scritto da matteo.trasi On Febbraio - 23 - 2012

Autodesk vende le nuove “suite” – collezioni di software CAD -, per promuovere un utilizzo integrato dei suoi software architettonici (detti AEC) Revit, AutoCAD e per il render. Revit Architecture Suite consta in pacchetto che unisce le applicazioni software AutoCAD, AutoCAD Architecture e Autodesk Revit Architecture in un’unica soluzione completa. In questo modo, è possibile passare al Building Information Modeling (BIM) proteggendo gli investimenti economici e di formazione già sostenuti per software come AutoCAD, garantendo una migrazione a Revit indolorte, in cui si possono ancora sviluppare parti del lavoro in AutoCAD o in AutoCAD Architecture, e quindi avere una comunicazione compatibile al 100% con chi utilizza questi software.

Avendo a disposizione anche AutoCAD, infatti, possiamo utilizzare dwg aziendali o ricevuti da interlocutori CAD senza problemi, ma in parallelo iniziare i nuovi progetti con il software Revit, più moderno e dedicato all’architettura.

Sviluppato per il BIM, Autodesk Revit Architecture permette di:

  • Realizzare ed analizzare progetti concettuali
  • Gestire con maggiore precisione i dati progettuali durante le fasi di documentazione e costruzione
  • Sviluppare progetti architettonici con maggiore qualità e precisione

Think design

Scritto da matteo.trasi On Febbraio - 20 - 2012

Think3, la storica azienda italiana presente sul mercato da oltre 30 anni come fornitore CAD e PLM di soluzioni progettuali e di gestione, annuncia il rilascio del suo ThinkDesign Suite, versione 2011. Questa nuova versione è un ulteriore passo avanti in termini di contenuti che, come al solito, copre l’intera soluzione. L’applicazione è disponibile in versione beta sul sito Customer Care dal mese di luglio ed ora è ufficialmente rilasciato in conformità con la pianificazione dello sviluppo, così come anticipato nel corso della User Meeting tenutosi lo scorso ottobre. L’elevato numero di clienti che hanno partecipato all’evento hanno avuto l’opportunità di apprezzare la vasta gamma di miglioramenti introdotti nel prodotto intero e ora, con questa release, queste nuove funzioni sono disponibili per tutti gli utenti.
ThinkDesign Suite 2011 contiene nuove funzionalità e miglioramenti in ambienti 2D e 3D, che riguardano sia la modellazione solida e di superficie, oltre ad alcuni interventi di particolare interesse in settori specifici:
L’ambiente profilo schizzo è stato migliorato con le modifiche apportate al vincolo rappresentazione grafica, che ora utilizza simboli geometrici, invece di testi, ottenendo una leggibilità più efficiente, con il pieno sostegno della Offset su comando Piano e la possibilità di utilizzare archi e filetti in profili 3D.
L’ambiente di modellazione solida è stata migliorata grazie all’introduzione del comando Rib nuovo per la creazione degli elementi di rinforzo tipici usati nella progettazione di componenti stampati ad iniezione meccanica e plastica. Il comando offre ora la possibilità di decidere se conservare solo una o entrambe le parti del solido coinvolti nella Cut / Split operazione Solid. Nella Modellazione interattiva solida (ISM) i comandi Muovi Faces e Faces offset possono ora aggiornare e rigenerare i filetti tra gli enti coinvolti nei cambiamenti. La funzione per la ricostruzione della geometria dopo l’eliminazione di alcuni volti è stata anche notevolmente migliorato.
ThinkDesign 2011 introduce le funzionalità di nuova Assemblea. The Hole comandi e slot lineare su un componente utilizzato come riferimento esterno e avendo molti casi in assemblea, oggi offrono la possibilità di decidere se queste caratteristiche devono essere eseguite solo sull’istanza selezionato o su tutte le copie che appartengono allo stesso componente, con un grande vantaggio in termini di flessibilità.
Anche le funzionalità per la progettazione di parti in lamiera sono state migliorate, aumentando le possibilità di gestione della lunghezza di flange in alcune parti con spigoli vivi, conservando i volti inclinato in lastre di spessore, e anche per la gestione di superfici contorte con l’uso del Passo Bend comando. Alcuni altri miglioramenti sono offerti nella procedura guidata e nella rappresentazione piegare dati nel layout di disegno.
L’approssimazione nuova curva da linee-Arcs comando permette la conversione di una curva generica planare in una sequenza di segmenti di linea o una combinazione di archi e segmenti di linea. La conversione è controllata attraverso alcune opzioni da parte dell’utente. La geometria risultante può essere utilizzato, tra gli altri, come il percorso di ingresso per le macchine utensili a controllo numerico.
Il nuovo comando Curva geodetica consente la creazione della curva, sdraiato su una superficie, con la distanza più breve rispetto ad un punto di passaggio definito, mentre il comando Inverti superficie introduce nuove modalità e molto utile per orientare le normali alle superfici, che è un elemento essenziale per gli utenti adottando approcci di modellazione ibrida.
Questa versione introduce importanti innovazioni nel campo dei prototipi di design e stampaggio lamiere per la formazione di attrezzi grazie alla nuove modalità operative. Il nuovo comando Adatta su dati permette all’utente di applicare una deformazione verso l’albero modello tridimensionale in modo da adattarsi alla forma originale, importati nel sistema attraverso una scansione prototipo fisico. Con la compensazione sui dati misurati, è possibile compensare il modello 3D, sulla base del modello reale digitale, piuttosto che su dati FEA. Entrambi questi comandi garantire l’allineamento tra mondo digitale e reale, mantenendo la qualità in tutto il processo di progettazione e riducendo notevolmente tempi e costi.
Ci sono innovazioni e miglioramenti anche nel modulo di progettazione di stampaggio ad iniezione delle materie plastiche, fortemente migliorato grazie al lavoro di R & D di think3MoldDesign offre ora la nuova funzione di analisi Regione per l’analisi del modello utile per verificare il sottosquadro e le geometrie nascoste, il nuovo comando della superficie di separazione per la separazione entità stampo, miglioramenti alle impostazioni del fattore di scala del pezzo e per il raffreddamento dello stampo . Molto interessante è la nuova gestione Mold Base, grazie completamente rinnovato e migliorato per una più efficace installazione, configurazione e usabilità.
Lo strumento di nuova lottizzazione solido rappresenta non solo un nuovo comando, ma anche un nuovo approccio per la modellazione free-forma. Attraverso una rete di punti di controllo e le maniglie, i progettisti possono produrre forme complesse finale, a partire dalle forme molto più semplice, da deformare liberamente nello spazio. E ‘possibile deformare, aggiungere, eliminare e dividere i volti appartenenti al solido mantenendo la perfetta continuità e coerenza del solido. Per esempio è possibile ottenere la forma di un rubinetto a partire da un semplice cubo.
Informazioni su think3
Fondata nel 1979 come Cad.Lab, think3 è oggi uno dei principali operatori a livello mondiale nel mercato CAD e PLM. Per 30 anni, Think3 ha assistito aziende di produzione con soluzioni tecniche uniche e servizi di assistenza clienti progettato per aiutare i produttori a ot

Think design è un cad concorrente di autodesk - solo informazioni

Progettazione CAD avanzata

timizzare l’intero processo di sviluppo prodotto, e aiutare i progettisti industriali per creare prodotti migliori e più innovativi.
Anno in anno Think3 ha innovato e evoluto fino a diventare una multinazionale con basi in Europa, Giappone e India. Può inoltre vantare una rete mondiale di rivenditori selezionati.Operazioni di apertura dei mercati emergenti, conferma la missione dell’azienda di mantenere il suo ruolo di leader nel mercato CAD e PLM.
Grazie ad un esperto, internazionali di R & D team di lavoro presso le sedi in Italia, Francia, India, Think3 rappresenta il nuovo approccio globale alla tecnologia di progettazione, parlando la stessa lingua dei progettisti, tecnici e produttori.
Think3 fornisce l’unica tecnologia che copre l’intero ciclo di vita del prodotto, dalla ideazione, attraverso lo sviluppo e del prodotto finito e alla fine della vita. Questo tipo di integrazione dei processi riduce il time-to-market ei costi e consente a think3 di offrire ai propri clienti industriali l’opportunità di innovare, competere e affrontare le sfide del mercato globale.

AutoCAD 2012: nuovi formati supportati

Scritto da matteo.trasi On Gennaio - 31 - 2012

Lo sapevi che con AutoCAD 2012 sono leggibili molti formati di disegno CAD e di CAD 3D fra cui:

Lezione - Importare in AutoCAD altri formati CAD

Ora AutoCAD supporta molti formati CAD in importazione

  1.  CATIA files (V4 and V5)
  2.  IGES
  3.  JT
  4.  UG NX
  5.  Pro/E (don’t they have new name for this application?)
  6.  Rhino
  7.  SolidWorks
  8.  STEP
  9. DGN
  10. 3Ds
  11. ACIS

Questa novità rende ancor più iteroperabile il nostro AutoCAD, e si affianca a un’altra importante novità: la possibilità di leggere molti formati raster con AutoCAD. Infatti autoCAD 2012 supporta, oltre ai soliti TIFF, JPEG, ecc. le seguenti tipologie di immagini:

  • PSD – Adobe Photoshop document
  • DDS – Microsoft DirectDraw Surface
  • DOQ – USGS Digital Orthophoto Quads
  • ECW – Enhanced Compression Wavelet
  • HDR – High Dynamic Range
  • JPEG2000 – Wavelet-compression – Joint Photographics Expert Group
  • MrSID – Multiresolution Seamless Image Database
  • NITF – National Imagery Transmission Format (no elevations)
  • OpenEXR – Industrial Light & Magic High Dynamic Range

Nel nostro corso si impara come gestire, poi le immagini, con una lezione dedicata a raster e xrfi, che creano sempre qualche perplessità agli utenti inesperti.

Autodesk cloud per lavorare in mobilità

Scritto da matteo.trasi On Gennaio - 29 - 2012

Autodesk ha reso disponibile, per ora gratuitamente (forse anche in futuro), una piattaforma per caricare i propri documenti online in un area riservata e potervi poi accedere da qualunque dispositivo connesso a internet. Non ci sarebbe alcuna novità in questo (molti servizi di questi tipo sono disponibili attualmente, come dropbox, box.net, microsoft skydrive) senonchè questo strumento si integra perfettamente con AutoCAD WS (vedi il nostro articolo su AutoCAD WS): direttamente online si possono modificare i documenti memorizzati.

Vediamo con un tutorial come sfruttare i nuovi strumenti a disposizione:

  1. Per prima cosa si accede alla pagina web di autodesk cloud, da dove poi si gestiranno i dwg e gli altri documenti caricati e direttamente si potrà accedere a AutoCAD WS.

    snapshot benvenuto su autodesk cloud - corso / tutorial

    La finestra iniziale di Autodesk cloud – tutorial su autodesk cloud

  2. Dopo essersi registrati (viene richiesto l’indirizzo email, il nome e altre poche informazioni – ad oggi tutto è gratuito e presumibilmete lo rimarrà) si accede al proprio spazio personale tramite username e password. La registrazione sul sito autodesk permette di fruire di molti strumenti e di provare vari tool in anteprima. Vi consigliamo di provare, e se non vi fidate a fornire la vostra mail principale considerate l’opportunità di avere degli indirizzi mail dedicati a questo tipo di registrazione, per tenere separate le mail derivanti dalle registrazioni da quelle personali o lavorative.
  3. Ci troviamo nella pagina iniziale, da cui è possibile fare tutte le attività tipiche di autodesk cloud. Il riquadro in alto è molto utile per imparare a usare questo software autodesk online, perchè contiene molte spiegazioni su come fare le cose. Una volta imparato tramite i tutorial di autodesk, sicuramente chiuderete questo riquadro per avere più spazio a disposizione per l’elenco dei file o per le altre attività.

    tutorial su autodesk cloud - l'elenco dei file CAD e Office o di altro tipo.

    Nell’interfaccia principale sono visibili i file e le sottocartelle. si possono inserire file dwg di AutoCAD ma anche ogni tipo di file cad o di altro tipo.

  4. A questo punto possiamo iniziare a caricare online i nostri disegni di AutoCAD. In realtà oltre ai dwg AutoCAD si possono caricare anche i file di Inventor, Revit, 3ds Max ecc., oltre a qualunque altro tipo di documento (per esempio pdf o file di Excel). ‘unico limite è dato dallo spazio a disposizione online: gli utenti”normali” hanno 1Gb a disposizione, mentre gli utenti con abbonamento subscription di autodesk hanno 3Gb a disposizione.
    Tutti i file caricati potranno in seguito essere scricati su un qualunque dispositivo tramite internet, o catalogati per essere più facilmente recuperati.
  5. Possiamo selezionare un documento per vedere le sue caratteristiche. Nel caso di DWG di AutoCAD si vede anche un’anteprima e si può modificare il documento direttamente in AutoCAD WS semplicemente tramite il menu del tasto destro del mouse dall’elenco dei file o con l’apposito pulsante dai dettagli sul file CAD. In realtà tutte le operazioni di gestione dei file, e anche l’apertura del file in AutoCAD WS si possono gestire direttamente dalla prima pagina, quella con l’elenco dei file, semplicemente tramite il pulsante “Azioni” sotto alla miniatura del file o con il menu del tasto destro del mouse.

    Lezione su autodesk cloud - tutorial - file di AutoCAD

    I dettagli di un file AutoCAD: è disponibile un’anteprima ad hoc per questo tipo di file CAD – lezione su autodesk clo

  6. Aprendo il file in AutoCAD WS possiamo vederlo, stamparlo, modificarlo, ecc. Una volta salvato lo ritroveremo aggiornato nell’interfaccia di Autodesk cloud. Su ogni file viene mantenuto l’elenco delle modifiche attuate (una cronologia descrittiva) e si possono aggiungere commenti, classificazioni ogni altra informazione utile.
  7. Una volta usciti dalla pagina web, i documenti rimangono disponibili: connettiamoci da qualunque altro dispositivo connesso a internet e .. voilà ecco tutti i nostri documenti, pronti per essere elaborati o condivisi rapidamente.

Ci sembra insomma che si tratti di un servizio molto interessante, e stiamo a vedere se ci saranno ulteriori sviluppi o un incremento dello spazio disponibile per gli utenti. Soprattutto, speriamo che rimanga un servizio disponibile gratuitamente o a un prezzo conveniente.

tutorial autodesk cloud - autocad ws - la modifica dei disegni

AutoCAD WS si attiva direttamente a partire dall’interfaccia di autodesk cloud – tutorial autodesk cloud

tutorial autodesk cloud - i file di autocad e gli altri file

Il menu del tasto destro del mouse su un file. Se è un DWG compare la voce Modifica in linea con AutoCAD WS. Altrimenti c’è comunque la possibilità di condividere il file tramite un link che possiamo inviare via mail o di scaricarlo.

  • I NOSTRI CORSI

  • Prossimi Corsi

    MESE DI MAGGIO 2019

    Corso Autodesk 3ds Max base Architettura e Design diurno 27/05

    MESE DI GIUGNO 2019

    Corso AutoCAD Base 2D (cert. Autodesk) serale 03/06
    Corso Inventor Base diurno 03/06
    Corso AutoCAD Base 2D (cert. Autodesk) diurno 10/06
    Corso Inventor Avanzato diurno 10/06
    Corso Autodesk 3ds Max base Architettura e Design diurno 17/06
    Corso Revit Architecture diurno 17/06
    Corso AutoCAD 3D diurno 24/06
    Corso 3Ds Max Avanzato Render V-Ray diurno 26/06

    MESE DI LUGLIO 2019

    Corso AutoCAD Base 2D (cert. Autodesk) diurno 01/07
    Corso Revit Architecture diurno 01/07
    Corso Autodesk 3ds Max base Architettura e Design diurno 08/07
    Corso AutoCAD Civil 3D progettazione idraulica diurno 08/07
    Corso Inventor Base diurno 15/07
    Corso AutoCAD Avanzato diurno 22/07
    Corso Alias Design Base diurno 22/07
    Corso AutoCAD Base 2D (cert. Autodesk) diurno 29/07
    Corso Revit Architecture diurno 29/07

  • Notizie e Informazioni

  • Calendar

    Giugno 2019

    Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1
    2
    3
    • Corso Revit Architec…
    • Corso Inventor Base …
    • Corso AutoCAD Base 2…
    4
    • Corso Revit Architec…
    • Corso Inventor Base …
    • Corso Revit Architec…
    5
    • Corso Revit Architec…
    • Corso Inventor Base …
    • Corso AutoCAD Base 2…
    6
    • Corso Revit Architec…
    • Corso Inventor Base …
    • Corso Revit Architec…
    7
    • Corso Revit Architec…
    • Corso Inventor Base …
    8
    9
    10
    • Corso AutoCAD Base 2…
    • Corso Inventor Avanz…
    • Corso AutoCAD Base 2…
    11
    • Corso AutoCAD Base 2…
    • Corso Inventor Avanz…
    • Corso Revit Architec…
    12
    • Corso AutoCAD Base 2…
    • Corso Inventor Avanz…
    • Corso AutoCAD Base 2…
    13
    • Corso AutoCAD Base 2…
    • Corso Revit Architec…
    14
    • Corso AutoCAD Base 2…
    15
    16
    17
    • Corso Autodesk 3ds M…
    • Corso AutoCAD Base 2…
    18
    • Corso Autodesk 3ds M…
    • Corso AutoCAD Civil …
    • Corso Revit Architec…
    19
    • Corso Autodesk 3ds M…
    • Corso AutoCAD Civil …
    • Corso AutoCAD Base 2…
    20
    • Corso Autodesk 3ds M…
    • Corso AutoCAD Civil …
    • Corso Revit Architec…
    21
    • Corso Autodesk 3ds M…
    • Corso AutoCAD Civil …
    22
    23
    24
    • Corso AutoCAD 3D #98…
    • Corso AutoCAD Base 2…
    25
    • Corso AutoCAD 3D #98…
    • Corso Revit Architec…
    26
    • Corso 3Ds Max Avanza…
    • Corso AutoCAD 3D #98…
    • Corso AutoCAD Base 2…
    27
    • Corso 3Ds Max Avanza…
    • Corso AutoCAD 3D #98…
    28
    • Corso 3Ds Max Avanza…
    • Corso AutoCAD 3D #98…
    29
    30